• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • Photogallery
  • Videogallery
  • Download
  • Link
  • Glossario
  • Il progetto

Di che cosa è fatto il mare - 7

  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 

Vari tipi di “fluidi”

Possiamo definire generalmente un fluido come qualcosa di piu’ “denso” di un liquido (tenendo come esempio in mente l’acqua), ma non rigido come un solido. Per esempio, la lava che esce da un vulcano è fluida…..densa e viscosa, scorre con meno rapidità di un torrente d’acqua, ma continua ad avere le caratteristiche che abbiamo visto sopra: deformabile, scorrevole ecc.

Possiamo modellizzare un fluido viscoso come formato da palline tutte della stessa dimensione, ma diverse dalle precedenti usate per il modello di acqua: quelle infatti erano lisce, mentre le seconde sono di felcro, ruvide e lanose. Queste ultime scorrono con minore facilità le une sulle altre…c’e’ più “attrito” e quindi minore velocità di scorrimento, simulando  legami che si rompono e si ricompongono con maggior difficoltà che nel caso delle palline lisce dell’acqua.