• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • Photogallery
  • Videogallery
  • Download
  • Link
  • Glossario
  • Il progetto


Il correntometro è uno strumento usato in oceanografia per la misura della velocità e della direzione delle correnti marine.

I vecchi correntometri meccanici, sensibili alle incrostazioni, sono stati sostituiti dai più moderni profilatori acustici, chiamati brevemente ADCP (Acoustic Doppler Current Profiler). Questi ultimi si basano sull’effetto doppler acustico. Lo strumento emette un segnale e registra l’eco di ritorno dovuto alla riflessione da parte delle particelle sospese nella colonna d’acqua. Se le particelle sono in movimento (si allontanano o si avvicinano al sensore acustico) la frequenza dell’eco sarà leggermente diversa, proprio come accade quando udiamo il cambio di tonalità della sirena dell’autoambulanza che prima si avvicina e poi ci sorpassa allontanandosi. Un singolo ADCP inoltre può  misurare le correnti non solo in un unico punto della colonna d’acqua, ma in generale in tutta una serie di Glossary Link strati (celle) comprese in un ampio intervallo (decine di metri).